Parco Ex-Vetreria

Ascolta la storia del parco
La Ex Vetreria di Pirri è un testimone dell’archeologia industriale cagliaritana nell’espansione economica dei primi anni del secolo scorso. Gli edifici, inizialmente adibiti a distilleria di vini e spiriti, a cui negli anni successivi si affiancò una vetreria, presentano interessanti caratteristiche costruttive e decorative, come murature in ladiri e pietra, coperture a capriate in ferro, legno ed incannucciato, archi a vista e finestroni riquadrati. Nella torretta principale è ancora ben visibile l’iscrizione della proprietà della ditta ‘Rocca Ancis’, contornata da fregi Liberty. Vicino al corpo di fabbrica principale della Vetreria sono ancora presenti gli antichi forni di cottura del vetro in mattoni rossi refrattari.
 
A partire dagli anni ’60 lo stabilimento venne abbandonato e lasciato al degrado. L’Amministrazione comunale ha poi provveduto al restauro e recupero della struttura, nel rispetto delle sue originali caratteristiche creando un centro polifunzionale per manifestazioni culturali e attività di carattere sociale. 
 
Dietro la struttura museale della Ex-Vetreria si trova l’area verde comunale Parco-Giardino di 21.254 mq. 
Il parco-giardino è stato interamente ristrutturato dal Comune tra il 2005 ed il 2006, dopo diversi decenni di totale abbandono. All’interno si trova un teatro all’aperto con circa 100 posti a sedere e un’area giochi per bambini. Nell’area parco è presente un piccolo ruscello artificiale che sfocia su una fontana con bordature ondulate. Al centro del disegno del giardino troneggia un insieme di coperture e di fabbricati in legno per l’accoglienza e l’erogazione di altri servizi.
 
Nel sottosuolo è presente un antico pozzo alimentato da falda acquifera utilizzabile per irrigazione. Le specie botaniche più diffuse sono carrubi, lecci, allori, pini e glicini e alcuni esemplari di quercia da sughero.