Parco della musica

Ascolta la storia del parco
La struttura polifunzionale del Parco della Musica si sviluppa su un’area di 50.000 m² nel quartiere Fonsarda.
 
Inaugurato nel 2011, il parco ospita oltre al Lirico, un teatro più piccolo da 320 posti, e Piazza Amedeo Nazzari, una nuova e grande piazza con pavimentazione con disegni ad archi concentrici ed un leggero declivio verso il fulcro. Il parco si presenta con un’architettura in stile moderno, con un bellissimo prato che costeggia le rive del piccolo fiume artificiale sorpassabile grazie ad un piccolo ponte, passeggiate con pedane lignee, fontane che spruzzano i getti d’acqua sulle note di Georg Friedrich Händel, diffusione della musica mediante sistema audio ed un lastricato marmoreo che rende il parco anche una bellissima piazza.
 
La collocazione in una zona vicinissima al centro storico e la posizione, resa strategica dalla presenza del Teatro Lirico e dell’Auditorium del Conservatorio, rendono il Parco della Musica uno spazio molto frequentato nel corso di tutto l’anno, nonché una perfetta cornice per eventi pubblici.
 
Il grande casale tuttora presente lungo l’attuale via Sant’Alenixedda chiamato Villa Muscas venne edificato dal notaio cagliaritano Giuseppe Muscas nel XVIII secolo. Alla morte del notaio Muscas, il figlio Efisio destinò la villa con ampia tenuta al Collegio dei Nobili (poi Convitto Nazionale) che ne ebbe la disponibilità dal 1824 al 1883.
 
L’edificio divenne il luogo di villeggiatura degli allievi del Collegio dei Nobili sino a quando il Comune di Cagliari decise di destinarlo alla “Regia Scuola di Viticoltura e Enologia”, l’antenata dell’Istituto Tecnico Agrario “Duca degli Abruzzi”. Ora è Centro della Cultura Contadina.